Serena Rock Band – Buchi Nell’Anima

Print pagePDF pageEmail page

Prosegue la grande e completa operazione di ristampa e riscoperta della Serena Rock Band ad opera della Heart Of Steel Records.

Tra i dischi che hanno costellato la lunga carriera di questa band leggendaria, raccolta pur nei suoi diversi cambi di formazione attorno al nome storico di Franco Maria Serena, figura questo “Buchi Nell’Anima”, loro unico disco cantato interamente in italiano, pubblicato già nel 2005.
Fin dalla scoperta della band, essa ha acquisito ai miei occhi e alle mie orecchie una sempre maggiore attrattiva, in virtù della coerenza con cui è stato portato avanti il progetto, nonostante tutti i limiti della scena italiana e considerata la fondazione quasi pionieristica del gruppo, risalente ormai a trent’anni fa. Non solo per questo, ovviamente: la musica della band, un hard rock tradizionale profondamente intriso di blues e soul, ricco di melodia e dotato di assoluto rilievo strumentale, è vivissima nelle mie corde e fortemente ne avverto l’eco nella mia esaltata cassa di risonanza cardiaca. Quando poi le canzoni sono ANCHE in italiano non posso proprio chiedere di più.

Apre il disco la ballata “Noi Due”, dolce e carezzevole nei suoi fraseggi chitarristici, fascino evocativo anni settanta e il primo grande assolo dell’eroe italianissimo Alex De Rosso, già nei Dokken. Un suono penetrante e lirico, una chitarra fluente e versatile che si pone in alleanza alla voce calda di Serena.
Rivisitazione in chiave italica dei Lynyrd Skynyrd è “Sanremo, noi non ne possiamo più”, vena polemica nei confronti delle dinamiche del music business nazionale e profondo sapore di sano, sanguigno e affilato southern hard rock.

L’urgenza melodica di “Soli” rimembra solari atmosfere AOR e l’aguzzo assolo di Alex decreta un altro sfavillante successo della sua sei corde, mentre nella successiva “Buchi Nell’Anima” emerge l’avvolgente voce di Franco Maria Serena, vero conduttore di una rock ballad estremamente sognante.

Ancora caloroso clima da rock melodico adulto per l’intimistica “Di Notte Vedo Il Sole In Te”, con un ritornello stupendo, prima che lo stesso vocalist cambi ed energizzi il proprio approccio nella successiva “Devo Dire Micidiale”, compatto hard rock dall’anima blues arricchito dalla fulminante performance di Alex De Rosso.

Basso caldo e pulsante quello storico di Paolo Muffato, degno compagno dei precisi ritmi del batterista Davide Zanetti, entrambi colonne portanti dell’hard blues istintivo “I Fatti tuoi”, dove si muovono a proprio agio l’ugola ora sussurrante ora arrogante di Serena e la sempre sapiente chitarra di Alex.
Accorata ballad pianistica di remote ascendenze jazz è “Come Appesi Noi”, dove si fa notare l’assolo di sax di Enrico Dal Bosco…e io ADORO gli assolo di sax! Tutta magia, lasciatevi portare via.
Il gradevole connubio tra la poliedrica chitarra di Alex e i gustosi movimenti della batteria di Davide Zanetti caratterizzano “Morire Dentro”, finale vetrina di una grandissima band, con un emozionato Serena dietro il microfono e la solita bravura espressa dall’intero gruppo.
Teniamocela stretta la Serena Rock Band, ancora e sempre, dopo tutti questi anni: ci sono ancora emozioni da regalare.

1 comment for “Serena Rock Band – Buchi Nell’Anima

  1. Alexander
    15 dicembre 2014 at 13:02

    Ciao, fantastica Serena Rock Band! li vorrei sentire dal vivo! Ma vorrei confrontarlo con un artista Italiano che ho sentito di recente. Voi cosa ne pensate?
    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/tiziano-motti-elezioni-europee-singolo-2a3c4d15-4387-420e-a778-53015b79401e.html?refresh_ce

Rispondi