Canada – Recycled

Print pagePDF pageEmail page

I Canada sono la creatura del polistrumentista Massimo Cillo, attorno al quale negli anni si sono aggreggati diversi musicisti. La band è nata negli anni ottanta e, a dispetto della grande maturità stilistica e delle ottime composizione che la caratterizzano, ha raccolto poco in passato, motivo per cui il mastermind del gruppo ha deciso di restituire luce al nome, con la speranza, condivisa, che questo possa raccogliere oggi quanto gli spetta per meriti accumulati sul campo.
Dopo Afterimage del 2010, una raccolta di brani della band usciti precedentemente su demo, ep e compilation, il gruppo pubblica questo ep Recycled, mentre cresce l’attesa per il ritorno ufficiale con “Of Once And Future Kings”, concept album già annunciato per l’autunno 2012.
In Recycled trovano posto quattro brani tra i migliori selezionati dalla precedente produzione, qui presentati con un’adeguata produzione, e la cover di “Tom Sawyer” dei Rush.
Rush che costituiscono, a partire anche dal nome del gruppo, la principale influenza della creatura di Massimo Cillo. Accanto a loro, altre realtà musicali forgiano l’eredità raccolta dal trio: per rimanere in Canada, possiamo citare Saga, Triumph e Avalon (beninteso, quindi, che non si tratti degli Avalon losangelini); grande ascendente, infine, è esercitato dagli Asia e dai GTR.
Ci troviamo, dunque, di fronte ad una musicalità ampia e matura, ricca e suggestiva, progressive AOR dalla sensibilità tecnologica e pomposa.
L’iniziale “Eyes On You” prospetta in una grande prova la raffinata performance del trio composto, accanto a Massimo Cillo, da Massimo Arke e Tiziano Fabiani.
Un vigoroso e sapiente lavoro ritmico, pronto a sposarsi col volo di un ottimo assolo di chitarra, sostiene le fluide rifiniture melodiche di “Don’t Throw Your Heart”. Classe compositiva e linee intriganti si coniugano in “Angel Of The City”, ma è con la strumentale “Never Surrender” che il gruppo dimostra appieno le proprie capacità, e nell’ottima esecuzione e nell’intelligente composizione: non un mero esercizio di retorica virtuosistica, ma perfetta combinazione di sapienza e attrattiva, di gusto strumentale e di fascinosa melodia.
Completa l’ep l’onesta cover di cui sopra.
Il tempo dell’attesa dovrebbe volgere al termine nelle prossime settimane e, considerata la più che alta qualità del gruppo, le aspettative non saranno deluse; il nuovo album sarà conferma di quanto seminato dai Canada negli anni e negli ultimi mesi, la scoperta o la riscoperta di una band eccellente.

Gruppo: Canada
Titolo: Recycled
Anno: 2012
Genere: Prog-AOR
Etichetta: My Self Music
Sito: http://www.canadaprog.net/
Myspace:
Facebook: https://www.facebook.com/pages/CANADA-prog/135303479824805

Rispondi